Le nostre sedi
Roma
(sede legale)
Milano
(direzione e sede principale)
cerca nel sito|
NEWS
24 DICEMBRE 2017
DAL CIPE VIA A OPERE PUBBLICHE PER 4,3 MILIARDI AL SUD
Strade più agevoli, treni più veloci, trasporti più rapidi: la lunga marcia del Sud verso il secondo millennio ha registrato venerdì un altro passo in avanti, grazie a un pieno di risorse pari a 5,4 miliardi, di cui l'80 per cento destinato alle infrastrutture del Mezzogiorno. Balzo in avanti anche per Napoli, che vede finalmente finanziati dopo molti anni, i lavori per completare le metropolitane della città con 249 milioni destinati alla Linea 6 e 30 milioni alla Linea 1.
 
Più in generale, nel pacchetto di interventi previsto dal piano operativo del ministero dei Trasporti guidato da Graziano Delrio, e approvato dal Cipe a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione (il Fsc, ossia il fondo nato per colmare il divario tra il Nord e il Sud del Paese), figurano finanziamenti per 4,3 miliardi destinati a migliorare la mobilità nel Meridione, che assegnano alla Campania un ruolo da protagonista.
 
Al sistema ferroviario la delibera del Cipe attribuisce due miliardi, che serviranno tra l'altro a velocizzare la direttrice Adriatica, la Tirrenica Sud e a realizzare il nuovo collegamento veloce Catania-Palermo in due ore (si lavora al raddoppio di 38 km di binari) in funzione del miglioramento della direttrice che unisce la Campania alla Sicilia. Ma i fondi stanziati rappresentano, in particolare per Napoli, un'autentica svolta. Come già accennato, arrivano 249 milioni per la Linea, che serviranno a costruire il sottopassaggio dei Campi Flegrei, la successiva stazione di Campegna e il relativo deposito per la manutenzione dei treni, in un quadro di interventi che consentirà di completare la linea e quindi di utilizzarla a pieno regime come una vera metropolitana capace di fornire corse molto più frequenti di oggi. Ma in prospettiva, la linea 6 potrebbe rappresentare il passaggio verso la Bagnoli futura: una linea strategica capace finalmente di unire la stazione, piazza Municipio e l'aeroporto, al polo nautico e al polo della Città della scienza. Un progetto, quello della nuova Bagnoli, sul quale sarà chiamato a decidere il Comune. «Per la nostra città è un balzo verso il futuro dice l'assessore comunale alle Infrastrutture, Mario Calabrese - la metropolitana è il perno intorno al quale ruota lo sviluppo di Napoli. Al governo e al ministro Delrio va il nostro ringraziamento per aver mantenuto alta in questi anni l'attenzione per il territorio: un risultato che conferma la grande sintonia tra il Comune e il governo intorno a un progetto vincente per la città». Per quanto riguarda la linea 1, i 30 milioni stanziati dal Cipe saranno destinati a completare i lavori del Parco archeologico annesso alla stazione Municipio: si tratta dell'ultima tranche di risorse che ancora mancava per completare i finanziamenti della metropolitana che tra il 2020 e il 2021 dovrebbe collegare il centro a Capodichino.
 
www.ilmattino.it
 
© 2018 Uniontrasporti | Uniontrasporti s.cons.r.l. - Via E. Oldofredi, 23 - 20124 Milano | P.Iva 08624711001 | Cookie Policy