Le nostre sedi
Roma
(sede legale)
Milano
(direzione e sede principale)
cerca nel sito|
NEWS
28 FEBBRAIO 2017
PATTO PER NAPOLI, PIU' VICINO LO STANZIAMENTO DEI FONDI
 Lunedì a Roma il Comune firmerà la convenzione del «Patto per Napoli». A poco più di 4 mesi dall’accordo politico-istituzionale firmato dall’ex premier Matteo Renzi e dal sindaco Luigi de Magistris in Prefettura il 25 ottobre dell’anno scorso - un tempo da record tenuto conto della burocrazia italiana - nella sostanza, si entra nella fase operativa. Prodromica a quella dei cantieri, a Roma dovrebbe esserci il sindaco Luigi de Magistris, dall’altra parte buona parte del governo a iniziare da Claudio De Vincenti, ministro per il Sud e papà dei Patti che hanno riguardato tutte le aree metropolitane del Paese. Cosa è la Convenzione? Lo strumento con il quale il Cipe assegnerà i 308 milioni per Napoli, inizieranno a essere erogati sulla scorta dello stato di avanzamento dei progetti: da quelli esecutivi a quelli preliminari. 
 
Sono cinque gli assi su cui si distribuiscono i finanziamenti: infrastrutture, sviluppo economico, ambiente e territorio, valorizzazione culturale, rafforzamento della pubblica amministrazione. Oltre la metà dei fondi totali, quasi 180 milioni di euro, sono destinati ai trasporti. Ben 75 milioni ci sono 75 milioni per la «riqualificazione con adeguamento antisismico e risparmio energetico delle sedi pubbliche istituzionali e delle scuole». E Napoli è una città di carta. Fondi per il progetto Sirena bis e naturalmente le periferie. Scampia e le sue Vele con uno stanziamento di 30 milioni per l’abbattimento di tutte tranne una e anche Napoli Est, dove sono previsti interventi sulle strade e aree verdi. Nelle risorse, il completamento delle due metro gestite dal Comune, con la seconda uscita della stazione Materdei della linea 1 verso il quartiere Sanità che vale 6,9 milioni di euro. Poi 20 milioni per due nuovi elettrotreni della metro collinare complessivamente se ne compreranno 12 e la gara è stata sblocacta da poco tempo. La parte del leone sulle infrastrutture la fanno i 42 milioni per la tratta Capodichino-Di Vittorio della linea 1, i 23 milioni per il completamento di Mergellina-Municipio della linea 6, i 20 milioni per ampliare i depositi e le officine di manutenzione a Piscinola e via Campagna.
 
www.ilmattino.it
© 2017 Uniontrasporti | Uniontrasporti s.cons.r.l. - Via E. Oldofredi, 23 - 20124 Milano | P.Iva 08624711001 | Informativa sui Cookie