Le nostre sedi
Roma
(sede legale)
Milano
(direzione e sede principale)
cerca nel sito|
NEWS
6 DICEMBRE 2012
CIELO UNICO EUROPEO, CIPRO, GRECIA, ITALIA E MALTA RICONFERMANO IL LORO IMPEGNO A BRUXELLES
Roma, 6 dicembre 2012 - Passo avanti verso il Cielo Unico Europeo. Gli Stati Membri che fanno parte del progetto FAB BLUE MED (blocchi funzionali di spazio aereo), si sono riuniti a Bruxelles in occasione del Provisional Council Meeting di Eurocontrol, per verificare lo stato di avanzamento della fase di attuazione del BLUE MED dopo la firma dello State Level Agreement durante il Summit che si è tenuto a Limassol lo scorso 12 ottobre.

Cipro, Grecia, Italia e Malta hanno riconfermato che la fase di implementazione del FAB BLUE MED, che mira alla creazione di un esteso Blocco Funzionale di Spazio Aereo nell'area centro/sud-orientale del Mediterraneo, è stata già avviata ed è in conformità con la scadenza del 4 dicembre 2012, come previsto dal regolamento del Cielo unico europeo. Le autorità nazionali di vigilanza (NSA) e i Service Provider per la navigazione aerea (ANSP) stanno definendo gli accordi del FAB BLUE MED, sviluppati in conformità con il quadro normativo del Cielo unico europeo. Questi accordi che saranno formalizzati nei prossimi giorni, sono un altro passo verso la piena operatività del FAB BLU MED e verso una più stretta e proficua collaborazione tra le autorità nazionali di vigilanza e i diversi service provider.

L'accordo tra le autorità nazionali di vigilanza pone le basi per un più stretto coordinamento con gli Stati membri del FAB BLUE MED, con la possibilità di realizzare maggiori sinergie. Allo stesso modo, l'accordo tra i fornitori di servizi di navigazione aerea (ANSP) definisce un quadro di riferimento che permette una cooperazione efficace e basata sulle prestazioni in tutti i settori dei servizi di navigazione aerea, gestione del traffico aereo durante la fase di attuazione del FAB, migliorando così la collaborazione già in fase avanzata a livello operativo.

Gli Stati membri hanno convenuto di incontrarsi nuovamente nel gennaio 2013 a Roma per l’approvazione, tra l’altro, di tutte le disposizioni amministrative e del progetto di implementazione di questo blocco funzionale di spazio aereo. Con l'attivazione del progetto, saranno attuati progressivi mutamenti nell'organizzazione dei servizi di navigazione aerea nel bacino del Mediterraneo, portando vantaggi e importanti benefici a tutta l'utenza in termini di efficienza del servizio, di riduzione dei ritardi e di contenimento dei costi, con una diminuzione dell'impatto ambientale delle operazioni.

Che cos'è il FAB BLUE MED

La legislazione comunitaria sul Cielo Unico Europeo (Single European Sky) promulgata a partire dal 2004 con l'intento di ottenere una gestione del traffico aereo meno dispendiosa, più integrata, efficiente e flessibile, prevede l'implementazione di ''Blocchi Funzionali di Spazio Aereo'' (FABs) da parte degli Stati Membri dell'Unione Europea. Il FAB è lo spazio aereo di responsabilità di due o più Stati nel quale i velivoli vengono gestiti operativamente in modo indipendente dai confini nazionali, con requisiti operativi e tecnici tesi a semplificare e uniformare la gestione del traffico aereo, contenendone i costi, aumentando la capacità operativa e allo stesso tempo perseguendo l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale delle operazioni.

Il progetto FAB BLUE MED, promosso e coordinato da ENAV con il finanziamento della Commissione Europea, è tra i più significativi a livello europeo e mira alla creazione di un esteso Blocco Funzionale di Spazio Aereo nell'area centro/sud-orientale del Mediterraneo, con il coinvolgimento di Stati non comunitari. Membri del FAB sono gli Stati comunitari di Cipro, Grecia, Italia e Malta, con la partecipazione di Albania, Tunisia ed Egitto. Inoltre concorrono all'iniziativa anche il Regno Hashemita di Giordania e il Libano in veste di osservatori, con manifestazioni d'interesse di altri Stati non comunitari. Per l'Italia le attività del progetto FAB BLUE MED si sono svolte anche grazie all'ENAC e all'Aeronautica Militare, in accordo con gli indirizzi in materia del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

© 2017 Uniontrasporti | Uniontrasporti s.cons.r.l. - Via E. Oldofredi, 23 - 20124 Milano | P.Iva 08624711001 | Informativa sui Cookie